FuelEU Maritime

FuelEU Maritime

Un nuovo studio dalla Germania mostra che il settore dei container dovrà affrontare il peso delle sanzioni derivanti dall’imminente entrata in vigore del regolamento.


Con l’entrata in vigore all’inizio del prossimo anno del FuelEU Maritime, le compagnie di navigazione potrebbero affrontare potenziali sanzioni per il mancato rispetto degli obiettivi di riduzione dell’intensità dei gas a effetto serra. Le navi saranno colpite da sanzioni nella misura di 2.400 euro per tonnellata equivalente VLSFO per non aver raggiunto l’obiettivo iniziale di riduzione del 2% rispetto al valore di riferimento del 2020.
OceanScore prevede che il trasporto marittimo nel suo complesso accumulerà sanzioni FuelEU totali di 1,345 miliardi di euro nel 2025 attraverso l’analisi delle 13.000 navi che operano all’interno e verso l’UE/SEE, soggette al regolamento. Il segmento dei container sborserà di più, rappresentando il 29% delle sanzioni lorde, seguito dai ropax con il 14% e dalle petroliere e dalle rinfuse ciascuno con il 13%.
Questa è anche un’opportunità per il settore di trasporti di innovare e adottare soluzioni ecocompatibili, combustibili alternativi e tecnologie di risparmio energetico.

#FuelEUMaritime
#DecarbonizzazioneTrasportiMarittimi
#EmissioniNavali
#TransizioneEnergeticaMarittima

Assicura la tua merce!

Clicca il bottone sottostante a segui le istruzioni
We are using cookies to give you the best experience. You can find out more about which cookies we are using or switch them off in privacy settings.
AcceptPrivacy Settings

GDPR

  • Cookies Policy

Cookies Policy